Berlusconi
“Repubblica” ha rivelato la nuova trovata di Berlusconi. Cambierà il simbolo di Forza Italia e metterà il suo nome, anche se incandidabile. Riportiamo la notizia dal quotidiano: “Forza Italia, Berlusconi l’incandidabile nel logo: “Una mossa da due milioni di voti”.  “Come se il capo ci fosse davvero, come se corresse al pari degli altri candidati, perfino come se potesse tornare a Palazzo Chigi. Anche se così non è, non è più possibile dopo la condanna definitiva del 2013 e gli effetti della Severino. Legge che tuttavia non contempla alcun divieto per il nome del condannato non candidabile. E allora eccolo “Berlusconi presidente”, farà da cornice al nome e al simbolo Forza Italia che comparirà su ognuna delle liste del proporzionale nelle 28 circoscrizioni della Camera e nelle 20 del Senato, accanto al nome del candidato di centrodestra nei 231 collegi uninominali per Montecitorio. “Berlusconi presidente lo è a tutti gli effetti, nel nostro partito, non c’è alcuna anomalia“, taglia corto con soddisfazione chi lavora al marketing elettorale”.
Quindi, giocando sull’equivoco Presidente del Consiglio – Presidente di Forza italia, il caro Berlusconi non perde il vizio e, frodatore qual è stato, spera così di far fessi gli elettori e occultar loro che è incandidabile, cacciato dal Senato perché, dopo esser stato imputato in oltre venti procedimenti giudiziari, il 1º agosto 2013 è stato condannato a quattro anni di reclusione per frode fiscale, falso in bilancio, appropriazione indebita, creazione di fondi neri. Mesi dopo gli è stata irrogata la pena accessoria dell’interdizione ai pubblici uffici per due anni. Ovviamente, da quel momento, tutti, Napolitano e Renzi in testa, hanno fatto di tutto per riabilitare questa nobile figura di statista, che ora non potendosi “ripresentare” si “presenta” come esperto giocatore delle tre carte.
Siamo andati a rovistare nell’ufficio marketing di Berlusconi e in anteprima assoluta siamo in grado di presentarvi il primissimo logo che un inesperto disegnatore aveva elaborato quando gli era arrivato l’ordine di inserire Berlusconi sul logo. Poi questo primo disegno, sembra, è stato bocciato.
la lepre marzolina
Berlusconi
Annunci