Il prelato, negli ultimi 10 anni, è stato in prima fila nella lotta agli abusi sessuali commessi da esponenti del clero contro i minori.
La nomina di Scicluna a vescovo ausiliare della diocesi di la Valletta è in programma il 6 ottobre. Il 53enne, nato a Toronto da genitori maltesi, torna così nel suo Paese di origine.
Trasferimento controverso. Il trasferimento, però, è destinato a far discutere. Scicluna era diventato negli anni il simbolo della tolleranza zero verso gli abusi sessuali, riportando in primo piano la sofferenza delle vittime e promulgando di fatto una serie di leggi «d’emergenza», alla base di accese discussioni all’interno della Santa sede.

Monsignor Charles Scicluna.

Annunci