Le Ferrovie del terzo millennio: treno bloccato per ore nella neve

Sembravano scene di ordinario disagio legato al maltempo: neve, ghiaccio, vento forte. In realtà, tra Forlì e Cesena, un treno si è fermato poco dopo le 14.30, in aperta campagna, nella zona di Forlimpopoli. Da quel momento i passeggeri sono rimasti senza riscaldamento e successivamente senza luce, per ore. Seicento persone secondo Trenitalia, poco precisa anche sull’orario in cui sarebbe avvenuto il guasto, almeno il doppio secondo i passeggeri intrappolati nei vagoni che si sono affidati a Twitter per comunicare con l’esterno.    Un treno, l’Intercity 615, in servizio da Bologna a Taranto, che la Protezione civile si è persa per qualche ora e che ha avuto problemi a recuperare, anche una volta dato l’allarme. “Ora stiamo per recuperarlo”, ha detto al Fatto Quotidiano Demetrio Egidi, responsabile della Protezione civile in Emilia Romagna. “Lo porteremo agganciato ad altri locomotori nella stazione di Forlì e da lì le persone verranno ospitate a Rimini”. Il recupero è avvenuto in realtà solo in serata. Il problema tecnico avrebbe riguardato un guasto ai freni del locomotore, probabilmente a causa del gelo.

Ma nonostante gli appelli che sono arrivati per l’intera giornata dall’interno dei vagoni, la centrale operativa regionale di Ferrovie dello Stato dice di non registrare alcuna situazione critica tra i passeggeri. “Complimenti a Trenitalia per la risposta”, hanno commentato alcuni passeggeri raggiunti attraverso Internet e i cellulari. “Noi siamo bloccati da ore al freddo e senz’acqua. E qui è il delirio, c’è gente seduta per terra da 4 ore. Il treno ha raccolto i pendolari e ci sono almeno il doppio delle persone che dovrebbero esserci. Hanno finito i panini, continuando a venderli a 4 euro l’uno”.

E ANCORA: “Vediamo una strada a un centinaio di metri con dei lampeggianti. Per fortuna sono passati i vigili del fuoco a verificare che non ci fossero persone che stessero male. Nell’altra direzione i treni passano. Ora stiamo cercando di calmare alcuni ragazzi che sono un po’ irrequieti, ma immaginate di essere chiusi su un treno fermo dalle 14.40 senza poter uscire, è una situazione claustrofobica anche per persone che non sono depresse o ansiose”, questo il racconto di Nicoletta Polliotto.    Trenitalia in serata ha riprogrammato tutte le partenze di oggi per garantire i collegamenti tra nord e sud del Paese. Anche se la situazione, soprattutto al nodo di Bologna, resterà critica per l’intera giornata di oggi. “Se le nevicate sono in fase di attenuazione”, dice la Protezione civile, “abbiamo timori per il ghiaccio, visto che le previsioni parlano di temperature in picchiata”. Ma la situazione continua a essere critica in tutto il Paese. Oltre all’Emilia Romagna, dove a Bologna è rimasto chiuso per tutta la giornata di ieri l’aeroporto Marconi, ci sono problemi e disagi anche in Piemonte, dove fino al 5 febbraio resterà chiuso l’ospedale Molinette, il terzo più importante d’Italia a causa di un guasto al riscaldamento. Dal nosocomio assicurano che “nessun ricovero è stato respinto, il riscaldamento funziona e al momento non si registrano situazioni critiche”. Ma i carabinieri dei Nas sono stati inviati dal procuratore aggiunto Raffaele Guariniello per compiere accertamenti e per acquisire informazioni sulla struttura.

CRITICA la situazione anche in Toscana (la Firenze-Pisa-Livorno è rimasta chiusa per ore a causa del ghiaccio) e in Lombardia, dove negli ospedali sono stati presi d’assalto gli ospedali e i reparti di astanteria sono praticamente senza posti letto. A Roma, invece, è scesa invece molta pioggia. Soprattutto nella matti-nata di ieri. Ma la temperatura rimane bassa. La Protezione civile del Campidoglio ha perfezionato il dispositivo di intervento e si prepara ad affrontare l’ondata di maltempo che, secondo le previsioni , interesserà la Capitale tra questo pomeriggio e la giornata di domenica con la possibilità che la pioggia diventi neve anche a quote basse comprese fra 300 e 100 metri, fino a livello di pianura.    Insomma, quella di ieri sembra solo la prima giornata di un lungo weekend dove la tenuta di viabilità e trasporti verranno messi a dura prova.

di Emiliano Liuzzi, IFQ

In tutta Italia (qui, Perugia) strade chiuse (FOTO ANSA).
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: