Titanic

RAZZI AMARI    Franco Barbato (Idv) incrocia in Transatlantico Antonio Razzi, passato dall’Idv ai Responsabili: “Anto’ – dice – hai sbagliato investimento, fidati…”. Razzi capisce e stizzosamente alza il dito medio, in segno di saluto.

SIGNORI SI NASCE    Il Barone di Scuderi, Francesco Stagno D’Alcontres, ha mantenuto la parola data. Il suo è stato il vero voto a sorpresa contro il Cavaliere. “Io sono un chirurgo, e ho anche un po’ di sangue nobile”. Con lui, insomma, Verdini non ha armi…

IL “NOOOO” DEI PORTAVOCE    La fine del Regno è un “noooo” che esplode davanti allo schermo del Transatlantico non appena Fini pronuncia il numero “308”. Autori dell’affermazione, con chiara inflessione desolata, i molti portavoce del popolo pidiellino: la festa è finita?

PROSECCO PER QUATTRO    Due deputati dell’Udc e altri due dell’Idv appena usciti dall’aula subito dopo il voto si sono fiondati alla buvette; prosecco per tutti, pare offrisse Di Pietro. L’incrociarsi dei calici è stato accompagnato da un augurio classico: “Ancora molti di questi giorni!”. In realtà, ne basterebbe solo uno…

LA MATRICOLA    Luca D’Alessandro, l’ex capo ufficio stampa pidiellino, “onorevole in morte Franzoso”, ha avuto il suo battesimo nel giorno peggiore della storia del berlusconismo. Lui, però, l’ha presa comunque bene. E appena uscito dall’aula si è rivolto agli amici cronisti un sorriso smagliante: “Sono andato bene, eh!”. Peccato che poi sia arrivato Ignazio La Russa a deprimerlo; “Aspettiamo, certo, io però di cose belle non ne vedo…”.

LA VIA DI NAPOLI    La strada la indica Osvaldo Napoli, a caldo: “Non vedo altra via maestra che quella indicata dalla Costituzione – pontifica ai cronisti – che, cioè, quando in una Camera si ha la fiducia e in un’altra no, bè è il caso da manuale in cui al Capo dello Stato non resta che sciogliere il Parlamento e andare alle elezioni…”.

UDC, ISCRIZIONI FINITE    Roberto Rao aveva ragione; al Cavaliere, alla fine, son mancati 8 voti, di cui quattro “lavorati” dall’Udc. Faticoso, però, questo reclutamento dal basso: “Il prossimo che mi dice facciamo campagna acquisti, me lo magno…”.

PD, INERTE E VINCENTE    Nel linguaggio parlamentare, quando un’opposizione non vota una legge si dice che è “un’opposizione inerte”. Ieri il Pd ne ha dato prova plastica quando è stato chiesto a Bersani di prendere una decisione definitiva sulla possibile mozione di sfiducia: “Non abbiamo ancora deciso, vedremo”.

STRACQUADANIO LIBERO    È arrivato trafelato alla buvette e si è fiondato verso una cronista bionda (evidentemente sua amica): “In pratica – raccontava – mi sono fatto arrestare dai carabinieri per riuscire a salvarmi dai giornalisti… ma l’incontro con Berlusconi è andato più che bene, poi ti dirò nel dettaglio, ma davvero non mi aspettavo tanta disponibilità… ora posso anche ordinarmi una casa con piscina…”. Scherzava. O forse no.

TRAMONTI    Una che gioca, da sola, con due telefonini, l’altro che guarda, perso, il cortile di Montecitorio mentre piove, con ancora addosso l’impermeabile. Per Daniela Santanchè e Paolo Cirino Pomicino ieri era il giorno della solitudine. Il tempo passa, i regimi cambiano.

di Sara Nicoli, IFQ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: