La difesa degli omosessuali non va in vacanza. E guarda lontano per trovare ottimismo.

Le rose e le coltellate. Negli ultimi giorni sotto l’argomento omosessuali la cronaca italiana ha registrato il doloroso contraddirsi della cultura oggi più popolare: una donna italiana ha sposato la sua compagna, ma è una parlamentare e quindi l’episodio attiene alle stranezze vip; a Cerignola, vicino Foggia, un uomo ha inferto 19 colpi al fratello ventenne perché lo riteneva “la vergogna della famiglia”.    Nessuna normalità, dunque. Perché se nel weekend ad Amsterdam hanno celebrato un grande Gay Pride con la benedizione del ministro della Difesa (e relativo battello di militari in corteo), a Latina la notizia era un bollettino medico per monitorare le condizioni del ragazzino insultato e picchiato per strada da due immigrati. Il giovane sta meglio, gli inquirenti spiegano che si tratta della solita giustificazione assurda, ovvero “lui è un diverso”.

ROSSANA Praitano sa di che si tratta. Presiede il Circolo Mario Mieli di Roma, una cellula creativa nel tessuto di chi vuole ampliare il ragionamento sui diritti a partire dall’omosessualità per arrivare a un’idea nuova dell’Italia. “Quella sì che la vorremmo diversa – attacca la Praitano –. Cioè adulta, capace di mettere insieme le energie, impegnata seriamente a tirar fuori il meglio delle persone. Invece vincono gli schemi, le paure, la negazione di quello che non è semplice da capire”.

La strada, evidentemente, è lunga. Per i fatti violenti la solidarietà scatta automatica, la fila di chi si dichiara sdegnato dopo botte e insulti è sempre lunga. Ma quando c’è da commentare un passaggio culturale, all’improvviso la retromarcia è totale. Sul matrimonio della deputata Pd Paola Concia con la compagna tedesca, per esempio, due sottosegretari del governo hanno sentito il governo di esternare. “Certo, ci mancherebbe perdere un’occasione del genere – sorride la Praitano –. Dunque ho sentito Carlo Giovanardi dire che quelle nozze sono fuori dalla Costituzione: peccato siano state celebrate in Germania, e forse tornerebbe più utile capire come mai lassù quel diritto esista (e quaggiù no). Quanto a Daniela Santanchè e al suo ‘mi fa impressione pensare alle nozze tra due donne’, registro solo una mutevole sensibilità: il bunga bunga è eticamente accettabile, l’amore tra due persone no”.

Vecchia storia, che non cambia, e anzi resiste di fronte a un esecutivo politicamente sempre più fragile. “La verità è banale – ammette la presidente –: la maggioranza non sta più in piedi, l’unico baluardo è il presunto zoccolo duro dell’elettorato cattolico. Siamo ostaggio di un equilibrismo senza futuro. Ma l’Europa costringerà l’Italia a crescere anche su questo fronte, a imporre il rientro forzato dallo spread dei diritti: oggi i conti pubblici, domani i diritti civili”. Nel frattempo la vita è dura per chi decide che nascondere l’orientamento sessuale sia una libertà in meno, da conquistare.    Per loro il centro Mieli resterà aperto tutta l’estate: giusto il ponte di Ferragosto per tirare il respiro, e poi tutta l’attività continua come al solito. Linea telefonica, pronto soccorso psicologico, aiuto e consulenza legale, a volte solo un orecchio amico. “I casi di cronaca nera hanno una grande eco, ma quello che serve di più oggi è la denuncia delle piccole discriminazioni quotidiane: al lavoro, soprattutto. Nelle famiglie, che ancora isolano il figlio omosessuale o la ragazza lesbica” conclude la Praitano.

CUI PERÒ scappa da ridere quando ricorda che a casa sua, a Campobasso, ormai la gente fa i complimenti a sua madre quando lei capita in tivù. “Al bar della piazza mi offrono da bere – confessa –. E io accetto pensando che tanti giovani del sud non saranno più costretti a fuggire nelle grandi città per poter vivere. Come ho fatto io, vent’anni fa”. (C.P.)

Sfilata gay ad Amsterdam: anche i militari festeggiano (FOTO LAPRESSE)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: