I due pasdaran Vittorio&Giuliano

Dobermann senza denti per vomitare insulti.

Ci sono le urne che hanno, almeno fin qui, rigurgitato l’incubo della sconfitta, chez B. C’è l’audience dei programmi-velina che misura lo “sgradimento”. C’è, soprattutto, una specie di endorsement di Giuliano Ferrara, che sembra un’ammissione di colpa: “Il tormentone di Berlusconi ha stufato”. Lo ha confessato a Porta a Porta lui, che di questo tormentone è stato il principale megafono. L’olio di ricino ha intasato il tubo catodico: chi si dimentica la violenza con cui Ferrara ha mimato in diretta il suicidio di Gabriele Cagliari con una busta in testa, per attaccare il pm milanese Fabio De Pasquale? I numeri parlano e dicono: Radio Londra ha una media di share del 18.20%, partendo con il traino alto del Tg1, circa al 22%. Nella stessa fascia oraria, per dire, la prima edizione del Fatto di Enzo Biagi faceva il 27%. Altri anni, si obietterà, ma nei giorni dei comizi contro i magistrati, il 18 marzo e il 21 aprile, Radio Londra racimola il 17,5 per cento. “Rompiamo tutto” non paga, è un gioco di prestigio che non incanta più. Basta dare un’occhiatina al risultato delle preferenze di B. a Milano: ne aveva incautamente profetizzate più di 53 mila, ne ha messe insieme 28 mila scarse. Ma in questa campagna elettorale sono state schierate diverse milizie d’assalto, come Vittorio Sgarbi, titolare di un nome di battesimo oggi poco attuale vista la imbarazzante performance di mercoledì (ultimo lascito di Mauro Masi all’azienda di Stato che è in crisi economica ma si può permettere di buttar via 4 milioni di euro in un flop che fa l’8 per cento di share). Da mesi Sgarbi si sgola in tv, tra contumelie di vario tipo, parolacce e minacce, ospite di tutte le trasmissioni a disposizione. Missione: difendere l’indifendibile premier. Senza contare gli editoriali del fidato direttorissimo, meno sguaiati ma non meno spudorati quando “ingenuamente” trasfigurano la prescrizione dell’avvocato Mills in assoluzione.

NON TRASCURABILI gli sforzi delle Santanchè, in disperato affanno da uno studio all’altro e gravi problemi alle corde vocali usurate da urla e bugie: una per tutte la sedicente bandiera di Hamas, agitata contro Giuliano Pisapia. Era la grande controffensiva, una campagna di Russia contro la sinistra comunista e i giudici-cancro: qualcosa non ha funzionato, la Grande Armée ha toppato. Dovevano sospettarlo: l’inventore del metodo Boffo, Vittorio Feltri, ha capito prima che bisognava cambiare aria. Ora fa il battitore Libero, non è un caso. “È la stonatura della propaganda”, spiega Carlo Freccero, direttore di Rai 4. “Giuliano Ferrara fece il primo Radio Londra in una tv, Canale 5, che quasi non aveva spazi informativi e per questo andava bene. La stessa cosa vale per Sgarbi, che ha proposto un’edizione prolissa di Sgarbi quotidiani: lo schema è vecchio, i contesti sono cambiati. La Santanchè? Una parodia, la rovina di Berlusconi. In questo assalto mediatico non hanno tenuto conto dell’informazione diffusa. Internet, i blog: sono formidabili tam tam, veicoli di informazione capillare, capaci di smontare la propaganda delle frottole. Mai è stato possibile sbugiardare la tv con tanta efficacia come ora”. Ma Ferrara è recidivo: ieri sera è andata in scena la solita arringa difensiva pro B. Partito con Strauss-Kahn, passato per una paternale sui peccati e i reati, è finito a parlare di Berlusconi: le sue feste sono ambientate in deliziosi e amichevoli harem, l’atmosfera è quella dell’Elisir d’amore di Donizetti. Qualcuno gli dica che bisogna cambiare intruglio.

di Silvia Truzz, IFQ

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: