Per salvare lui, rischiano di saltare 150mila processi

Di male in peggio. Già con la legge ex Cirielli (approvata nel 2005 dal centrodestra per Berlusconi, Previti e company) la riduzione dei tempi di prescrizione per determinati reati, come corruzione e frode fiscale, manda al macero, in media 150 mila processi all’anno. Se passerà la prescrizione breve per incensurati allora il numero di procedimenti senza una parola finale di giustizia sarà destinato ad aumentare. Quasi a raddoppiare, da una prima e ancora sommaria ricognizione degli addetti ai lavori. Attualmente il tempo della prescrizione è pari alla pena massima prevista per un reato, ma in presenza di atti interruttivi (come ad esempio l’interrogatorio) questo tetto massimo viene aumentato di un quarto. Con la prescrizione breve per gli incensurati l’aumento sarà, invece, di un sesto. Il caso vuole che il reato di corruzione in atti giudiziari, invece di prescriversi in 10 anni, si prescriverà in 9 anni e quattro mesi e così il processo Mills sarà morto tra la fine di maggio e i primi di giugno con gran sollievo del premier. La norma “Avrà pesantissime ripercussioni anche sui procedimenti che riguardano la strage   di Viareggio” del 29 giugno 2009, quando l’esplosione del gpl fuoriuscito da un carro cisterna deragliato provocò 32 vittime. Lo sostiene Raffaella Mariani, parlamentare del Pd. Ma tireranno il fiato anche corrotti e corruttori, truffatori, rapinatori, stupratori, spacciatori di droga, se non sono mai stati condannati prima. Un altro esponente democratico, Marco Miccoli, segretario del Pd a Roma, dichiara che nella capitale “C’è il rischio di prescrizione per circa 10 mila processi”. Avverte l’Associazione nazionale magistrati: “Gli incensurati avranno ottime probabilità di restare tali per sempre. È impensabile, infatti, che il processo per una truffa di milioni di euro nei confronti di un incensurato si estingua, mentre debba proseguire il processo per una truffa da 5 euro commessa da una persona già condannata, magari anni prima, per altro reato. Oppure che tra due imputati per lo stesso fatto, uno incensurato e l’altro no, il reato si estingua per l’uno e non per l’altro”. E meno male che la Costituzione stabilisce l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge.

 

di Antonella Mascali, IFQ

PRESCRITTO PER SEMPRE

L’ultima battaglia di B. prevede che l’incensurato che commette reati può farla franca.

Il problema di B., che poi è il problema degli italiani, è che commette reati e che quindi deve (dovrebbe) andare in prigione; e siccome non ci vuole andare, si fa fare, una dopo l’altra, leggi che evitano che ci vada. In questo modo il suo problema è risolto; e comincia quello degli italiani: perché le leggi utili a B. sono utili anche a tanti altri delinquenti che, anche loro, sfangano la prigione. Adesso arriva la prescrizione breve: che è il prodotto di improntitudine, ignoranza giuridica, ignoranza costituzionale e ignoranza organizzativa.   Dell’improntitudine si è già detto: è una legge che serve ad evitare a B. la condanna per corruzione di Mills. Come le altre leggi vergogna, assicurerà la stessa impunità a centinaia di malfattori. B&C: “E chi se ne frega”.

 

 

   Dell’ignoranza  giuridica

 

   LA PRESCRIZIONE serve a misurare il tempo entro il quale lo Stato perde interesse a perseguire chi ha commesso un reato. Naturalmente questo tempo è più o meno lungo a seconda di quanto grave è il reato: per esempio, una truffa si prescrive in 7 anni e mezzo, un omicidio in 26 anni e mezzo.Questoperchél’interessedella collettività alla punizione del colpevole è maggiore quanto più pericoloso per il vivere civile è il delitto commesso. Tanto ciò è evidente che, da sempre, i criteri dicalcolodellaprescrizionesono collegati alla pena prevista per il reato: maggiore essa è, più lungo è il termine di prescrizione. A questo punto si capisce che calcolare la prescrizione facendo riferimento ad una qualità soggettiva dell’imputato (come è l’incensuratezza)èunabestialitàgiuridica: le qualità soggettive influisconosullaquantitàdipenadainfliggere, non sulla gravità oggettiva del reato e quindi sul termine di prescrizione di esso. Per rendersi conto di quanto stupida sia   la cosa, pensate a due assassini: il primo è un incensurato che commette una rapina nel corso della quale ammazza un poliziotto; il secondo è un pregiudicato (furto, frode fiscale, truffa) che, in un impeto d’ira per il tradimento del coniuge, ammazza la moglie (o viceversa, così la parità dei sessi è assicurata). Non vi è dubbio su quale dei due omicidi sia il più odioso (a scanso di equivoci: sono tutti e due reati gravissimi).Eppure, con la nuova legge di B&C, il primo si prescriverebbe in 24 anni e mezzo e il secondo in 26 anni e mezzo: un regalo di 2 anni al più farabutto. Per non parlare del fatto che (ma questo è successo già, vedi B e i suoi processi) si introduce la nuova categoria giuridica del prescritto a vita. Imputato di falso in bilancio: assolto per prescrizione; nuovo processo   per corruzione: prescrizione breve(èincensurato)eassoluzione per prescrizione; nuovo processo per frode fiscale: prescrizione breve (è incensurato) e assoluzione per prescrizione; nuovo … etc.   breve farà la fine delle altre porcheriediregime;comeledueleggiSchifanieAlfanosull’impunità, come il legittimo impedimento. Certo che intanto il tempo passa.   3.000.000 di processi nuovi) adesso abbiamo anche quelli previsti dalle leggi 4/2011 (Disposizioni in materia di etichettatura e di qualità dei prodotti alimentari), 201/2010 (Combattimento tra animali), 187/2010 (Misureurgentiinmateriadisicurezza), 136/2010 (Piano straordinario contro le mafie), 122/2010 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica), 94/2009 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica); e mi fermo qui perché la carta assegnatami dal giornale è finita; ma se andiamo indietro negli anni ancora un po’ c’è da mettersi le mani nei capelli.   Con un bell’esempio di coerenza, dopo aver incrementato il parco processi e battuto la grancassa con i cittadini, “vedete quanto siamo bravi, pensiamo alla vostra sicurezza”, B&C accorciano la prescrizione dei relativi reati. E nemmeno basta perché a questo si aggiunge il processo breve, quello che pretende la conclusione in 6, 7, 8 anni, ancora non si sa, di più di 3.000.000 di processi nuovi all’anno, incrementati di quelli arretrati (sempre più numerosi); il tutto con risorse invariate (quindi pochissime) e 100 tribunali inutili che non si chiudono   perché se no avvocati e amministratori locali protestano. Cosa bloccherà prima il lavoro dei giudici, la prescrizione accorciata o il processo morto?

 

   Dell’ignoranza   costituzionale

 

   IL PROBLEMA è sempre il solito: l’art. 3, tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. Il che vuol dire che, a parità di reato, la prescrizione deve essere uguale per tutti; se una legge dispone diversamente è incostituzionale. E così anche questa prescrizione

   Dell’ignoranza   organizzativa 

    ÙB&C HANNO passato molto del poco tempo che gli restava dopo essersi occupati di come evitare la prigione a inventarsi reati nuovi; si capisce, reati che loro non commetteranno mai. Oltre ai reati che già occupavano polizia, giudici e aule di tribunale (nessuno è in grado di contarli, tra codice penale e leggi varie; sappiamo solo che ogni anno arrivano

di Bruno Tinti, IFQ

  

 

   Naturalmente queste cose le sanno tutti, in particolare giudici e avvocati; e, tra i C di B, ci sono GhedinieAlfano.Eallora?Eh,torniamo all’improntitudine. Che non è una prerogativa esclusiva di B&C. Mi ricordo di Vietti (attuale vicepresidente del CSM!) che si inventò il legittimo impedimento; e che, quando gli dissero: “Ma non è un po’ incostituzionale?” rispose: “Probabilmente sì. Ma così guadagniamo tempo fino all’approvazione del lodo Alfano costituzionale”. Della serie: la Costituzione, questa sconosciuta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: