Bolzano: Il presidente della Provincia-Regione rifiuta di ricordare l’anniversario dei 150 anni

Che la provincia di Bolzano non abbia voglia di fare festa ai 150 anni dell’Unità d’Italia non è una sorpresa, eppure fa impressione. Perché è la regione del privilegio, ricca e felice sotto l’ombrello di Roma: quello statuto speciale che addolcisce col “regalo” di 5 miliardi di euro l’anno (10 mila ad ogni abitante ) l’autonomia riconosciuta dal trattato con l’Austria. Il benessere affidato alla concretezza, mantiene la serenità nei giorni del malcontento nazionale.    È d’accordo, professore, col gran rifiuto di Luis Durnwalder, presidente della Provincia-Regione? Ha chiuso la porta in faccia a chi chiede di festeggiare l’anniversario. Risponde Leopold Steurer, lo storico al quale si era legato Alex Langer, protagonista del movimento interetnico e ambientalista sud tirolese. Studi di Filosofia a   Vienna, Scienze politiche e Germanistica a Bonn. Professore al liceo scientifico tedesco di Bolzano, insomma radici diverse… “Diverse come sono diverse le lingue di migliaia di italiani arrivati da fuori e ormai cittadini del paese dove abitano. Sono cittadino italiano di madre lingua tedesca e   come tale d’accordo nel celebrare l’anniversario dell’Unità. Nel 1861 i popoli italiani realizzano il sogno di riunirsi in una nazione; è successo ai tedeschi dieci anni dopo. Non credo che il Comitato di Roma voglia festeggiare l’annessione del Sud Tirolo. Se la polemica è questa, la polemica è sbagliata. Perché non si ricorda l’annessione del Sud Tirolo nel 1918, né l’occupazione del fascismo, né il ritorno all’Italia dopo l’ultima guerra. È un momento della memoria del paese di cui siamo cittadini: ingiusto non coltivarla”.

Nazionalismi feroci    al confine

PERCHÉ il gran rifiuto alla celebrazione di Durnwalder? “L’ha detto in modo frettoloso. Come in altre occasioni cambierà idea. Aveva assicurato al ministro Bondi di strappare (‘con le mie mani’) l’immenso bassorilievo di Mussolini a cavallo sopravvissuto sulla facciata di un palazzo, e adesso sta decidendo doveecomesistemarlo.Peril momento resta li”.    Steurer è un intellettuale di confine. “Attenzione: attorno alle frontiere si annidano nazionalismi feroci. Basta vedere cosa è successo a Trieste   e in Slovenia. Le persone di cultura debole si rifugiano nei gusci dell’egoismo”.    Presidente, cambierà idea? Luis Durnwalder da 21 anni alla guida della Provincia, risponde dal suo posto di comando alle 7 del mattino. Rappresenta l’85 per cento della popolazione di lingua tedesca. “Parlo dopo aver a lungo pensato. Quando annuncio una cosa la faccio. Non ho niente contro gli italiani e gli assessori e i consiglieri italiani della provincia sono liberi di festeggiare. Noi non ne abbiamo motivo. Perché celebrare quando ci hanno   strappati dall’Austria che era la nostra patria? Perché festeggiare gli anni dell’ oppressione fascista? Rappresento la maggioranza di una comunità che non lo sopporterebbe. Mi pare che anche la Lega (con la quale non abbiamo rapporti di partito ma pratiche serene con i ministri al governo), mi pare che anche la Lega abbia qualche reticenza a celebrare”.    Luigi Spagnolli, sindaco centrosinistra   di Bolzano, non è d’accordo: “Durnwalder è anche presidente della comunità italiana. Dovrebbe ricordarlo. Ma bisogna dire che a Roma non brillano per attenzione. Far pagare 250 mila euro lo stand alla festa di Castel Sant’Angelo conferma il metodo della Città Eterna che depredava le regioni. Si può presentare il conto agli ospiti invitati a cena? Sicuramente nella pancia della stragrandemaggioranzadeicittadini dell’Alto Adige non interessano i 150 anni dell’Unità. Troppi non sanno distinguere la memoria dal rancore”.

In lotta con    la destra tedesca

QUEL “NO” può avere una spiegazione politica. Svp da sempre sovrana, é incalzata dalla concorrenza di una destra tedesca che rosicchia voti con l’utopia dell’indipendenza, e poi le frange estreme (Eva Klotz) invocanti il ritorno all’Austria perduta. Lo ricorda Giorgio Holzmann, deputato ex An rimasto con Berlusconi: è il politico più votato nelTrentino-AltoAdige.Moderato che si sbilancia nel-l’amarezza di una festa non di tutti.    “Italianizzazione imperfetta” è la tesi che ha laureato      Andrea Di Michele, nato a Bolzano da famiglia abruzzese: cura l’archivio storico della Provincia. Si stupisce del rifiuto del suo presidente visto che l’annessione del Sud Tirolo è venuta molto dopo l’Unità. Ricorda che i sogni dell’indipendenza si nutrono del disordine italiano. Governo confuso, Lega assordante nei messaggi di autonomia e separazione. “Se l’identificazione con l’Italia è sempre   stata difficile, adesso siamo al lumicino. Questo spiega la presa di posizione di Durnwalder. Ma è difficile capire il suo rincorrere gli slogan della destra tedesca. Copre un ruolo istituzionale, dovrebbe essere garante anche dei cittadini italiani i quali vorrebbero festeggiare. Invece rappresenta solo una parte della popolazione. Sembra più leader di partito che protagonista delle istituzioni”.

di Maurizio Chierici – IFQ

Al centro le Frecce Tricolori; in alto a destra, Luis Durnwalder, presidente della Provincia-Regione

Annunci
Tag: ,

3 commenti to “Bolzano: Il presidente della Provincia-Regione rifiuta di ricordare l’anniversario dei 150 anni”

  1. A me poco importa la presenza del Sig. Durnwalder, però dovrebbe essere tanto coerente, se non si sente Italiano, di andarsene dall’Italia e magari di non accettare i soldi che i turisti Italiani portano in vacanza su montagne che : di sicuro non sono sue! Campassero di patate e polenta loro, smettessero di accettare turismo. ! In tal modo , potrà fare a meno dei soldi “sporchi” di noi terroni. Se gli fanno così schifo, mai e poi mai vorrei offenderlo e disturbarlo! Che strano, non credo gli austriaci amino molto gli abitanti dell’Alto Adige! Ehh….Abbiamo tutti un Sud, anche gli Austriaci!|

  2. Vorrei sentire gli altri commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: