“Presidente, non incontri Savoia l’assassino”

Domani 17 marzo il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia, renderà omaggio alla tomba di Vittorio Emanuele II di Savoia al Pantheon. In quell’occasione incontrerà alcuni membri della famiglia Savoia, tra cui Vittorio Emanuele. Proprio il Fatto Quotidiano ha pubblicato qualche settimana fa il video in cui il “Re” confessa di aver ucciso, nel 1978, il ragazzo tedesco Dirk Hamer. Nel filmato Vittorio Emanuele si vanta di “aver fregato” i giudici francesi e racconta nei dettagli il ferimento del 19enne Hamer, morto dopo 111 giorni di agonia, 19 operazioni e l’amputazione della gamba destra. Birgit Hamer, sorella di Dirk, ha scritto una lettera aperta al presidente della Repubblica per chiedergli di non legittimare con un incontro pubblico il responsabile della morte di suo fratello. Voi cosa ne pensate? Deve prevalere l’etica o l’etichetta?
di Beatrice Borromeo

Gentile Giorgio Napolitano, caro Presidente della Repubblica italiana, sono la sorella di Dirk Hamer, il ragazzo tedesco che fu ucciso da Vittorio Emanuele di Savoia sull’isola di Cavallo, in Corsica, il 18 agosto 1978. Proprio a Lei ho mandato, quando ancora nessuno osava pubblicarlo, una copia del mio libro
Delitto senza castigo perché so che ha a cuore la verità. E Lei mi ha risposto (il 9 giugno 2006 e il 18 dicembre 2007) con due lettere piene di compassione per l’infamia che la mia famiglia ha subito e di comprensione per la mia battaglia in nome della giustizia. Lei mi ha consolata quando nessuno mi ascoltava, e ha riacceso la speranza nella giustizia italiana, dopo che quella francese aveva fallito. Per queste ragioni so che Lei è al corrente della mia storia.

Mi hanno comunicato una notizia a cui non riesco a credere: che Lei incontrerà i Savoia al Pantheon domani 17 marzo, in occasione della celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Immagino che Lei abbia saputo del video registrato dai magistrati di Potenza, pubblicato dal
Fatto Quotidiano, nel quale si vede Savoia che si vanta con i compagni di cella di aver ucciso mio fratello. E ne ride. E prende in giro i giudici francesi che “ha fregato”, come dice lui tronfio. Presidente, quell’uomo l’ha fatta franca per una vita intera, ma mio fratello Dirk non c’è più. Aveva solo 19 anni quando il Savoia “gli ha sparato un colpo così e uno in giù”, come ricorda il “Re” nel video.

Io ho sempre avuto un grande rispetto per Lei, Signor Presidente, e per la Sua statura morale. Quello che Lei fa ha un peso notevole. Anche per chi, come me, è straniero. Pertanto la supplico di non disonorare la memoria di mio fratello. Per la festa dei 150 anni dell’Unità d’Italia, La prego di prendere pubblicamente le distanze da quel criminale, di non incontrarlo: di privilegiare l’etica rispetto all’etichetta. La supplico di non far prevalere le ragioni formali, o il pragmatismo, ma di onorare i valori della democrazia, della Repubblica. E di quella giustizia che anche le persone come me, che non hanno santi in Paradiso, devono poter ottenere. Per una vita ho subito la derisione del potente e prepotente Savoia: spero che Lei possa farsi rappresentante di chi, come me, non ha amici nelle alte sfere, ma solo la forza della ragione e la speranza nella giustizia.

Molti cittadini italiani sono profondamente indignati per quello che Savoia ha fatto: Dirk ha vissuto 111 giorni di agonia, gli hanno amputato una gamba, è morto che era solo un ragazzino. E oggi un uomo, solo perché è ricco e potente, ne ride: stringere la mano in pubblico a un simile personaggio sarebbe come sputare sulla tomba di mio fratello. E anche, me lo consenta, sul buon nome dell’Italia. Con tutta la stima che Lei si merita, e con la consapevolezza che farà la scelta più giusta.

di Birgit Hamer – IFQ


About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: