Cosa Nostra e ‘Ndrangheta in guerra nel Canada

 
È in corso una faida in Canada tra Cosa Nostra e la ‘Ndrangheta. Lo sostiene in una conferenza stampa il vice capo della polizia di Montreal Jacques Robinette illustrando il movente dell’omicidio di Nick Rizzuto jr (nella foto). 
Rizzuto è stato ucciso il 28 dicembre 2009 nel quartiere di Notre Dame de Grâce. Robinette ha spiegato che dietro questa uccisione vi sarebbe la volontà della ‘Ndrangheta di vendicare l’omicidio di Paul Violi avvenuto nel ’78 e di assumere il controllo di Montreal, piazza strategica per i traffici di droga e porta d’accesso agli Usa.
Il potente padre di Nick Rizzuto jr, Vito, è finito agli arresti nel gennaio 2004, estradato negli Usa deve scontare una condanna a 10 anni per un omicidio dell’81 di tre capidecina. Se l’Italia non dovesse ottenere la sua estradizione a causa delle inchieste Brooklyn e Orso Bruno Vito Rizzuto potrebbe tornare libero nel 2012 e certamente prenderebbe le armi per vendicare la morte del figlio. Da quando il boss è in carcere sono saltati gli equilibri mafiosi a Montreal: si sono succeduti attentati contro bar, ristoranti, ecc., hanno alzato la testa i tanti avventurieri criminali presenti nella zona come gli haitiani ed è stato ucciso Nick jr. Il clan Rizzuto è ora allo sbando soprattutto dopo l’operazione delle forze dell’ordine denominata “Colosseo” che ha decimato i vertici della famiglia.
Fino agli anni ’70 in Canada Cosa Nostra e ‘Ndrangheta hanno stretto proficue alleanze. A Montreal ha dominato il clan calabrese dei Cotroni dal ’54 al ’78, fino a quando appunto è stato ucciso il braccio destro di Vic Cotroni, Paul Violi da parte dei siciliani Rizzuto, alleati dei Cuntrera-Caruana, che si sono così insediati da padroni nella città canadese. Dalla seconda metà degli anni ’70 i Rizzuto hanno fondato in Canada la Sesta Famiglia ed hanno assunto il controllo di tutti i traffici più lucrosi, soprattutto di quello dell’eroina dalla Sicilia agli Usa. La loro decadenza però ha avuto inizio con il cambio del mercato della droga, quando la cocaina ha cominciato a subentrare all’eroina e con la scalata sempre più massiccia delle ‘ndrine al vertice del traffico di quest’ultima. L’ulteriore salto di qualità viene compiuto dalla ‘Ndrangheta tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 qunado si approvvigiona direttamente dai produttori colombiani e boliviani. 27 miliardi sono gli utili che la mafia calabrese ricava ogni anno dal traffico di cocaina, stando ai dati della relazione della Dna del 2008.
di Dora Quaranta Antimafiaduemila
La fotografia che ha fatto il giro del mondo, la bara in oro di Nick Rizzuto jr
About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: